Il principio della continuità aziendale secondo l’UNGDCEC

In un periodo di crisi economica e di grande incertezza sul futuro, diventa fondamentale tenere ben presente uno dei principi cardine che guidano i redattori dei bilanci di esercizio, ossia il principio della continuità aziendale (c.d. going concern). L’applicazione dei Principi contabili, siano essi nazionali od internazionali, nella predisposizione dei conti annuali delle imprese, deve preliminarmente fare i conti con una sorta di test sulla continuità dell’attività aziendale: se il test ha esito negativo, il bilancio deve riflettere le difficoltà dell’impresa a proseguire la sua attività, non esponendo pertanto valori di funzionamento e dando un’adeguata informativa sulla situazione in cui versa l’azienda.

Come previsto dall’art. 2423-bis c.c., i valori iscritti in bilancio vanno considerati nel presupposto che l’azienda possa normalmente proseguire la sua attività, senza che vi sia né la volontà né la necessità di metterla in liquidazione, di cessarne l’attività ovvero di assoggettarla a procedure concorsuali.

Qualora invece ci si trovi nella condizione in cui il proseguimento dell’attività non sia più concretamente possibile, allora la prospettiva muta profondamente e dai valori di funzionamento si deve necessariamente passare, ad esempio, a valori di liquidazione: un’immobilizzazione materiale andrà valutata sulla base del suo valore di realizzo e non considerando la sua vita utile e quindi la recuperabilità tramite l’uso.

Il tema in discussione è certamente importante anche per i revisori che devono esprimere il giudizio sul bilancio. Soprattutto nelle PMI,  non sempre gli amministratori (figura spesso coincidente con il socio imprenditore) arrivano ad ammettere le difficoltà in cui versa l’azienda  e a predisporre, di conseguenza, bilanci corretti nelle valutazioni e completi dal punto di vista informativo. È quindi compito del revisore esprimere un apprezzamento sulla valutazione degli amministratori circa la continuità aziendale e, più in generale, del bilancio nel suo complesso.

Il documento del 25/05/2010, elaborato dall’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, affronta le problematiche legate al tema della continuità aziendale, fornendo un’utile check list operativa, nonché interessanti esempi.

Link:

UNGDCEC, 25/05/2010 : Il principio della continuità aziendale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

È consentita la riproduzione solo parziale dei contenuti del sito con l'obbligo di indicare la fonte (Dott. Mauro Michelini) e l'URL esteso.
Copyright © Dott. Mauro Michelini - P.IVA 04255540280
Privacy Policy Reg. UE 679/2016 - Cookie Policy