Il nuovo regime forfetario agevolato dal 2015

La Legge 23/12/2014 n. 190 (Legge di Stabilità per il 2015) ha rivoluzionato i regimi fiscali agevolati introducendo un nuovo regime agevolato rivolto alle persone fisiche residenti in Italia che esercitano un'attività d’impresa, arte o professione in forma individuale. Il nuovo regime ha comportato l'abrogazione dal 2015 del regime dei minimi, del regime degli ex-minimi e del regime delle nuove iniziative produttive; i contribuenti già attivi nel regime dei minimi potranno comunque mantenere in essere tale regime fino a esaurimento del periodo (es. fino al 35° anno di età ovvero al compimento del 5° anno nel regime) o comunque fino al mantenimento di tutti i requisiti necessari al mantenimento del vecchio regime (es. limite beni strumentali, assenza di spese per lavoro dipendente, ecc.).

La sede dell’imprenditore individuale nella residenza del titolare

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con il Parere del 14 gennaio 2013, Prot. 5095, emesso in risposta ad un quesito posto dalla Camera di Commercio di Potenza,  afferma che nel caso delle imprese individuali che svolgono la propria attività senza l’imprescindibile necessità di appositi locali (es. agente di commercio), la…

Il nuovo regime dei minimi dal 2012

La prima manovra correttiva del 2011 (D.L. n. 98/2011, convertito con modifiche dalla Legge n. 111/2011) ha modificato le disposizioni che regolano il c.d. regime dei minimi (introdotto dall’art. 1, commi 96-117, L. 244/2007, nota come Legge Finanziaria 2008). Il regime agevolato in questione, previsto per le attività d'impresa e professionali esercitate da persone fisiche residenti, ha subito cambiamenti sia nell'aliquota dell'imposta sostitutiva IRPEF applicabile (che si abbassa al 5%), che nelle condizioni di accesso o permanenza.