Dott. Mauro Michelini

Dottore Commercialista e Revisore Legale

L’Agenzia delle Entrate interviene sul trattamento IRES, IRAP e IVA di alcune fattispecie tipiche delle società di calcio

Con la Circolare n. 37/E del 20 dicembre 2013, l’Agenzia delle Entrate pubblica ufficialmente le risposte elaborate nel corso del tavolo tecnico avviato da tempo con la F.I.G.C. e le Leghe Nazionali Professionisti, in merito al trattamento IRES, IRAP e IVA di particolari tipologie di operazioni che riguardano comunemente e peculiarmente le società di calcio professionistico

Il documento di prassi in commento ha l’obiettivo di uniformare e condividere l’applicazione delle norme fiscali sulle imposte dirette e indirette relativamente a molteplici casistiche. Il tavolo tecnico è stato fortemente voluto dalle società di calcio professionistico, per il tramite delle Leghe di riferimento, in modo da condividere ed esporre le diverse tematiche che caratterizzano in modo sostanzialmente esclusivo le società calcistiche, giungendo ad una posizione unitaria da parte dell’Agenzia delle Entrate che possa guidare uniformemente gli uffici nel corso di eventuali verifiche.

La Circolare n. 37/E affronta in particolare il tema del trattamento delle spese di vitto e alloggio che riguardano le squadre nei diversi momenti della stagione sportiva (ad es. in occasione dei ritiri pre-partita), nonché la questione degli ammortamenti dei diritti alle prestazioni dei calciatori, consentendo piani di ammortamento decrescenti. Ai fini IVA viene esaminata la problematica relativa alla territorialità delle cessioni dei contratti, richiamando l’art. 7-ter del D.P.R. n. 633/1972, e la questione inerente il trattamento delle somme corrisposte a titolo di premio di preparazione, premio alla carriera e indennità di formazione, tutte ritenute esenti alla stregua del premio di addestramento e formazione tecnica (art. 15, Legge n. 81/1981). Interessante infine il chiarimento riferito alla non assoggettabilità a IVA degli importi legati al meccanismo di solidarietà previsto nei trasferimenti internazionali.

Link:

Circolare Agenzia Entrate n. 37/E del 20 dicembre 2013


, , , , , ,



           


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *